La "Chiesa del Convento" poi detta del "Purgatorio", di "S.Vito" e della "Congrega di Carità", oggi "La Chiesa del Miracolo.

 

L'unica chiesa rimasta nel centro abitato insieme alla Chiesa Cattedrale di Santa Maria delle Grazie è quella "del Miracolo", costruita intorno al 1600 unitamente al Convento dei padri Agostiniani per volere della feudataria Beatrice Della Marra. La chiesa gravemente danneggiata dal disastroso terremoto dell'8 settembre 1694 a causa del quale perirono circa 300 abitanti di Guardia, fu ricostruita nel 1754, come si legge sul portale della stessa, prendendo il nome di "Chiesa del Purgatorio" : "Questo tempio dedicato alla Santa Madre la beata Vergine Maria e alle anime del Purgatorio fu ricostruito a proprie spese, cioè coi fondi ricavati dall' Opera Pia "Il Pio Monte dei Morti" nell'anno del Signore 1754". Successivamente fu indicata come la "Chiesa di S.Vito" per la statua del Santo in essa collocata. (Venne istituita subito una festa in onore del Santo. Nella giornata del 15 giugno si effettuava, fino agli anni 50 la benedizione degli animali dopo che questi avevano compiuto tre giri intorno alla Chiesa). Con decreto governativo del 17 luglio 1890 venne riconosciuta col nome di "Congrega della Carità". Nel corso degli anni le strutture del Sacro Tempio si erano deteriorate. Con il contributo delle Istituzioni, dei fedeli, guardiesi, compresi quelli residenti in America, fu provveduto con impegnativi lavori al loro ripristino. Fu decisa la data del 23 novembre 1980 per riaprire al culto la Chiesa. Alle 19,23 di quella domenica mentre circa 400 persone festeggiavano in Chiesa e in piazza il singolare e tanto atteso evento, una disastrosa scossa di terremoto della durata di 90 secondi devastò tutta l'Alta Irpinia con migliaia di morti e feriti ( a Guardia, nonostante alcune case crollate, non si ebbero in loco vittime, perché la gente era nella Chiesa che resse egregiamente al lungo movimento tellurico, e in piazza per la manifestazione. Da quel giorno l'originaria "Chiesa del Convento" è divenuta la "Chiesa del Miracolo".

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.